Si è conclusa l’ultima tappa della 2WATCH University League powered by TIM, la prima competizione italiana che ha dato la possibilità a studenti universitari di ottenere una borsa di studio. Una giornata magica, vissuta dal vivo, dove ci sentiamo di dire che ha trionfato l’esport: quello che unisce, diverte, esalta; quello che ci fa tornare bambini nell’anima facendoci respirare, finalmente, un pizzico di normalità.

La location dell’evento 

La finalissima si è svolta nella magnifica Villa Doria D’Angri, una delle più belle ed importanti location neoclassiche della nostra penisola. Un posto magico, che si erge sulla collina di Posillipo,  dove si può ammirare l’immenso e stupefacente golfo di Napoli. Dal 1998 la Villa fa parte del patrimonio dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, una delle tre università coinvolte nella competizione, insieme a Roma Tre e Federico II. Nonostante le restrizioni e le difficoltà dell’ultimo periodo, l’evento si è tenuto dal vivo ed è stato aperto, ovviamente con numero chiuso, anche al pubblico e accompagnatori. Un segnale forte, di ripartenza e soprattutto di speranza per i mesi avvenire. 

Il racconto della giornata

L’evento è cominciato alle ore 14, con la premiazione dei Campioni universitari. Host della giornata, Simone “Akira” Trimarchi, uno degli storici volti dell’esport Italiano. I qualificati per il Torneo dei Campioni, che si è disputato sui titoli “FIFA21” e “Fortnite”, sono stati, per la Federico II: Francesco Palmieri, Matteo Conti, Luigi Cuomo e William Notaro, quest’ultimo assente per motivi personali, e quindi convocato il ripescato Piero Limoncelli. Enrico Pinto, Biagio De Blasio, Francesco Gargiulo e Adam Aliotta, invece, i Campioni della Parthenope. Per concludere con i Campioni di Roma Tre: Valeria Sardini, Luca Curcio, Edoardo De Fazio e Alessandro Rosa.

La diretta della competizione

Dopo le presentazioni iniziali, alle ore 15 i ragazzi di Fortnite hanno dato il via alle danze. Con loro, gli impeccabili caster  Edoardo “eddyfnj” Berra e Kevin “Crimikevin” Midili. Un’ora dopo invece, è stata la volta dello start delle semifinali di FIFA, commentate dagli strepitosi Matteo“Riberaribell” Ribera e Nello “Hollywood285” Nigro. L’intera competizione, dalla durata di quasi sei ore, è stata trasmessa interamente in diretta sul canale Twitch 2WATCHtv. La risposta del pubblico, anche da questo punto di vista è stata enorme, con picchi di oltre 1000 spettatori raggiunti. 

Il racconto delle finali

Dopo un pomeriggio di battaglie, spettacolo e fair play ad aggiudicarsi le due finalissime sono stati Luigi “Gmaxer” Buono e Piero “Pierucc” Limoncelli per quanto riguarda Fortnite. A contendersi, invece, il titolo di campione di FIFA, sono stati Adam “IM_Adam00” Aliotta e Francesco “Reevox” Gargiulo. Si comincia con quella che possiamo definire, una finale al cardiopalma. Per il titolo di campione della UL di Fornite, “Gmaxer” e “Pierucc”  danno vita ad uno spettacolo incredibile. Una partita che sembra sin da subito indirizzata sui binari favorevoli per Gmaxer avanti addirittura per 7-3. Ricordiamo che bisognava raggiungere i 9 punti per aggiudicarsi la vittoria finale. Il destino però, ha scritto per la favola di “Pierucc”un altro finale. Comincia un come back incredibile fino all’8-8. La kill decisiva la mette a referto proprio ”Pierucc”, concludendo così una giornata indimenticabile. Da ripescato a campione! Lo spettacolo però, non termina con quest’ultimo match. La finale di FIFA21 non è sicuramente da meno. “IM_Adam00” e “Reevox” si sfidano senza esclusione di colpi in due match andata e ritorno. La prima partita però, indirizza senza alcun dubbio il risultato finale. Dopo un torneo giocato in maniera impeccabile, “Reevox” non si smentisce ed azzanna letteralmente la prima parte di gara, portandosi sul 5-1. Tentativo disperato di “IM_Adam00”che riesce a segnare due gol, uno di questi allo scadere, regalandosi così una seppur flebile speranza per la partita di ritorno. Il joystick di “Reevox”però non trema, e nella seconda e decisiva partita, legittima il vantaggio ottenuto nel primo match. Finirà 2-1 per un totale di 7-4. Punteggio che  permetterà a “Reevox” di laurearsi campione della UL per FIFA. 

La premiazione

Piero “Pierucc” Limoncelli e Francesco “Reevox” Gargiulo, rispettivamente delle Università Federico II e Parthenope di Napoli, sono dunque i campioni di questa primissima edizione della 2WATCH University League Powered by TIM. I due vincitori sono stati premiati sul palco direttamente dal docente universitario Marco Ferretti  e dallo staff di 2WATCH, ricevendo la standing ovation da parte di tutto il pubblico presente e collegato da casa. Entrambi i campioni, molto emozionati, hanno ribadito come questa sia stata un esperienza incredibile che sperano si ripeti in futuro. 

Un evento da ricordare

Questa lunga ed impegnativa giornata, ha regalato emozioni incredibili. É stato uno dei primi grandi eventi disputati dal vivo, nonostante le mille difficoltà del periodo, ma soprattutto è stato il coronamento di mesi di duro lavoro da parte di tutto lo staff. La soddisfazione più bella ed il ricordo che tutti noi custodiremo, sono senza dubbio gli occhi lucidi pieni di gioia e speranza dei finalisti, che una volta terminata la “battaglia” si sono abbracciati complimentandosi l’un l’altro, tra gli applausi generali. Vedere la passione e soprattutto la felicità che eventi del genere riescono a regalare, per noi rappresenta la vittoria più grande che ci spinge a fare sempre di più, sempre meglio. 

Siamo già pronti e carichi per ripartire. Vi diamo in anteprima un piccolissimo spoiler: vista la buona riuscita della competizione è già prevista una seconda edizione che ci sarà in inverno e coinvolgerà molti più atenei.

Questo è solo l’inizio!


Francesco Basile