Titoli di coda per la primissima edizione in assoluto della eSerieA Tim. Un torneo eccezionale sotto tutti i punti di vista. Dopo la vittoria del Genoa per il titolo PES, ieri è stata la volta delle finals di FIFA. Questa volta è stato il Benevento a trionfare, guidato da una prestazione a dir poco clamorosa di Danilo “Danipitbull” Pinto.

Loser Bracket
La giornata, come di consueto, è partita dal Loser Bracket; quattro le squadre che si giocavano l’accesso alla fase successiva: Crotone-Inter e MIlan-Benevento.
Proprio il Benevento di Danipittubll riesce a superare il primo tostissimo avversario, ovvero il Milan dell’ex numero uno del mondo Diego “Crazy” Campagnani. Un risultato ribaltato dall’1-0 iniziale. Nell’altra partita passerà invece  il Crotone di A-Peace, con una serie di rigori mozzafiato, in cui il Crotone ne segna soltanto uno ma ne para tutti. 

Finals
Eccoci, dunque, con gli accoppiamenti finali: Benevento; Crotone; Fiorentina; Udinese; Cagliari; Genoa si giocheranno il titolo di campione d’Italia. Le prime partite del Winner Bracket, con la formula di A\R, vedono prevalere il Genoa di Gabry e il Cagliari di Obrun, rispettivamente sull’udinese e la Fiorentina. Queste ultime, vengono rispedite nel loser bracket. L’Udinese di Dastardly27 riesce a riprendersi dalla brutta sconfitta subita in precedenza, eliminando il Crotone. La Fiorentina di Giovhy, invece, sbatte contro il muro del Pitbull ed è costretta a salutare la competizione.

Top4
La top4 di questa eSerieA  è composta da Udinese, Benevento, Cagliari e Genoa. Benevento-Udinese è la prima partita, valida per un posto il top3. Ancora una volta, con un risultato di 4-2 il Benevento riesce a prevalere. Cagliari Genoa, invece, finisce con un complessivo 5-1 per i liguri. Gabry non lascia minimamente giocare il player degli Exeed. Genoa che dunque, dopo la vittoria su Pes, riesce ad accedere alla finale anche su FIFA. A giocarsi il secondo posto in finale sono i sopracitati Benevento e Cagliari. Obrun non riuscirà a riprendersi psicologicamente dalla sconfitta precedente. Finisce 2-0, per Dani che non lascia nemmeno uno spiraglio di rivalsa all’avversario, che chiude comunque al terzo posto il suo magnifico torneo. 

La finalissima
Genoa-Benevento. É questa la finale della prima edizione: due giocatori incredibili, capaci di giocate eccezionali. La finale non delude le aspettative. Il doppio confronto è di quelli destinati ad entrare nella storia. La partita di andata finisce per 3-2, ancora una volta in rimonta, per il Benevento di Dani, che riesce siglare il goal del vantaggio. Un goal che risulterà decisivo perché la partita di ritorno finirà 2-2. Con un complessivo 5-4 il Benevento è campione d’Italia. 

La commozione finale
Molto toccante il momento finale, in cui Danilo alza il trofeo al cielo, dedicando la vittoria al nonno, scomparso il febbraio scorso. “Credo al destino, e sono sicuro che oggi lui mi abbia dato una grande mano da lassù, questa vittoria la dedico soprattutto a mio nonno”; queste le bellissime parole del giocatore del Benevento. 

Una vittoria incredibile: una cavalcata perfetta, iniziata con una rimonta nei playoff, proseguita dal Loser Bracket e terminata con la gloria. 
Goditi questo momento Dani, te lo sei meritato.

 


Francesco Basile