Una conferma

Qualche settimana fa, vi avevamo parlato del report di PwC network relativo al settore Entertainment & Media e di come VR, videogames & esports siano emersi come l’unico vero settore in continua crescita durante e post pandemia.  Quest’oggi vi illustriamo l’ultimo rapporto di Virtuix, azienda americana fondata nel 2013, leader nella produzioni di giochi e pioniera dello sviluppo di videogiochi VR, che non fa altro che confermare quanto detto nelle scorse settimane.

Il report

Anche oltreoceano la sofferenza e la crisi, dovuta alla pandemia globale, ha generato perdite in tantissimi settori. Uno di questi è sicuramente quello dell’intrattenimento che, però all’interno della settore esportivo e videoludico, trova un barlume di speranza per la ripartenza. L’azienda statunitense, ha pubblicato recentemente i dati relativi ad Omni Arena. Quest’ultima è stata lanciata nel 2019 da Virtuix, ed ha come caratteristica l’installazione di vere e proprie  piattaforme (specialmente videogiochi VR) all’interno di strutture dedicate. Secondo l’ultimo report pubblicato, i ricavi generati negli ultimi 6 mesi sono stati in media di oltre 15 mila dollari. Risultati che superano addirittura il pre pandemia. 

La realtà virtuale è il futuro?

Inoltre, dal report emerge anche un interessante dato sulla fidelizzazione del cliente poichè, oltre una dozzina di videogiocatori, in media hanno giocato più di 100 volte sulla stessa piattaforma e un giocatore ha superato addirittura le duecento partite nella stessa sede e con lo stesso gioco. L’azienda ha dichiarato che sono già a lavoro per sviluppare all’interno di queste piattaforme, dei circuiti esportivi volti a migliorare ancor di più l’esperienza del cliente. Ad oggi sono attivi oltre 40 sistemi Omni Arena in America, e non c’è alcun dubbio che il trend della Realtà Virtuale rappresenti ad oggi, il futuro di questo settore.

Voi cosa ne pensate? 

Francesco Basile