Negli ultimi mesi, vi abbiamo raccontato di come il governo cinese, restrizione dopo restrizione, stia attuando una vera e propria censura nei confronti del mondo del gaming. Prima la norma relativa agli under 18, successivamente quella sugli elementi Yaoi. Proprio nel periodo natalizio, arriva la nuova indiscrezione. Sembrerebbe infatti che la versione ufficiale di Steam sia stata bloccata.
Un natale diverso dal solito

Il Natale, per la maggior parte dei gamers, rappresenta un periodo di saldi. La maggior parte delle aziende infatti, durante tutto il periodo delle feste, inserisce una serie di sconti per i propri utenti. E’ il caso di Steam, la piattaforma di digital delivery di Valve. Tuttavia, quest’ultimo negozio pare esser diventato pressoché irraggiungibile per tutti i consumatori Cinesi.

Indiscrezione dal web

Secondo il leaker FireMonkey, la pagina principale di Steam (store.steampowered.com) sarebbe stata bloccata da diversi Internet Service Provider cinesi. Attraverso un tweet infatti, si nota come l’accesso sia impossibilitato non solo allo store globale della piattaforma, ma anche alla sezione dei giochi disponibili al suo interno. La conferma è arrivata successivamente dal sito The Verge, dopo una piccola ricerca tramite i tool offerti dal sito Comparitech.

Nessuna dichiarazione

La “buona notizia” è che la versione cinese sembra inalterata al momento. La cattiva notizia è che molti giocatori potrebbero dover utilizzare una VPN per aggirare il firewall del governo. Far parte di questo elenco indica che il governo cinese sta bloccando l’accesso al sito Web a chiunque utilizzi un ISP cinese. Al momento, non sono chiare le motivazioni di tale provvedimento. Non è inoltre noto se abbiano consultato Valve su cosa sarebbe successo o se abbiano dato qualche avvertimento in anticipo.

Rimaniamo in attesa di aggiornamenti.