Dalla ricerca di 2WATCH,  media company specializzata in esport & gaming, si evince l’aumento degli investimenti nel comparto da parte di brand in diverse industries

Non solo tecnologia o prodotti per il gaming, nel 2022 in Italia il settore dell’esport ha attirato investimenti da Brand appartenenti a diverse industries, dal wearing al food&beverage ma anche telco, cinema e agenzie per il lavoro. Sono i risultati emersi dall’ultima ricerca pubblicata da 2WATCH, azienda operante nel settore esport & gaming, che ha raccolto e analizzato le competizioni esportive in Italia nel 2021 e nel 2022. In particolare, sono stati presi in esame tornei, competizioni e manifestazioni di gaming supportati da campagne di sponsorizzazione e, successivamente, sono stati confrontati tra il 2021 ed il 2022 (da gennaio fino a luglio).

I risultati confermano l’attivazione di campagne di sponsorizzazione attraverso i titoli più giocati in Italia ovvero Fortnite e FIFA; la novità nel 2022 è rappresentata dall’ingresso di Rocket League, assente nell’anno precedente, attraverso il quale sono state create diverse competizioni accompagnate da altrettante campagne di sponsorizzazione.

La ricerca prosegue con la suddivisione dei brand a seconda del videogames scelto per la propria campagna.

Dal report si evince un interesse particolare da parte di brand di industry legate al wearing, al cinema e al mondo del lavoro per il titolo Fortnite che racchiude una target audience tra i 14 e i 21 anni mentre resta invariato l’interesse da parte delle industry legate alla tecnologia ed ai prodotti per i gamers per i titoli calcistici come FIFA, i MOBA come League of Legends e gli FPS come Apex Legends.

“Per noi player del settore – afferma Gianpiero Miele, CCO di 2WATCH – è fondamentale analizzare e misurare in maniera approfondita il mercato per comprendere le dinamiche attuali legate alle sponsorizzazioni da parte dei brand. L’ecosistema sta cambiando e con esso le abitudini delle nuove generazioni che trovano in piattaforme come Twitch e TikTok nuove forme di intrattenimento caratterizzate da una fortissima componente di interazione.

La naturale conseguenza è vedere una crescita di attenzione da parte di brand non endemici che vedono nel gaming terreno fertile per poter comunicare non solo con le nuove generazioni”.

La ricerca pubblicata da 2WATCH analizza anche le community ed il loro comportamento prendendo in esame la piattaforma di live streaming Twitch ed in particolare 76.710 canali italiani di live streaming. 

Nella moltitudine di categorie presenti su Twitch, 10 sono quelle ritenute rilevanti sulla base dei seguenti criteri:

  • ore di contenuti visualizzati,
  • stream time,
  • streamer posizionati su quella categoria,
  • peak viewers,
  • peak channels,

e sono:

  • Just Chatting (con oltre 50.000 ore viste)
  • Fortnite
  • GtaV
  • Warzone
  • League of Legends
  • Fifa 22
  • Sports
  • Casinò
  • Slot Machine 
  • Minecraft

Analizzando le categorie si evince che solo 4 sono relative a titoli esportivi, ciò dovuto soprattutto alla trasformazione, in termini di tipologia di contenuti, che ha portato Twitch ad essere un nuovo punto di riferimento per l’entertainment delle nuove generazioni e non soltanto una piattaforma dedicata alla condivisione del gameplay sui videogames. Dalla ricerca emerge inoltre un importante cambiamento di abitudini da parte delle nuove generazioni che abbandonano sempre di più l’utilizzo della TV tradizionale a favore delle nuove piattaforme di live streaming alla ricerca di un intrattenimento più autentico ed imprevedibile.

 

SCARICA GRATUITAMENTE IL REPORT COMPLETO 

Compila il form sottostante per ricevere il report completo all’indirizzo mail fornito