Gli azzurri a Copenaghen chiudono con una sconfitta beffarda in semifinale, concludendo così la propria spedizione alla La FIFAe Nations Cup 2022™ con una top 4. Risultato storico, ma non senza qualche rammarico per la forza che la squadra aveva dimostrato, specialmente nelle ultime due giornate.

Il cammino dell’Italia 

L’Italia conclude il suo cammino, in semifinale contro il Brasile. La nazionale composta da Francesco “Obrun2002” Tagliaferro di Exeed, Danilo “Danipitbull” Pinto di UT7 Esports e Raffaele “Er Caccia98” Cacciapuoti del Monza, e allenata da coach Nello “Holliwood285” Nigro, parte come un motore diesel ma poi ingrana come quelli di formula1. Il girone infatti, non aveva sorriso agli azzurri, che si erano qualificati solo quarti, ultimo posto disponibile per la qualificazione. Una volta ottenuto l’obiettivo minimo, la eNazionale ha dovuto fare i conti con la Germania, arrivata prima nel suo girone e indicata da molti, come una delle squadre favorite per la vittoria finale. Non ci sarà partita, 5-0 complessivo tra andata e ritorno, con la coppia Danipit-Obrun che riesce a scrollarsi via tutta la tensione accumulata negli scorsi giorni, riuscendo finalmente ad esprimere il gameplay alla quale ci avevano abituati. I quarti di finale saranno altrettanto complicati, perché ad attendere la eNazionale c’è la Danimarca, padrone di casa. Partita molto complessa tra andata e ritorno, che finirà ai supplementari. Il goal dell’Italia stappa definitivamente la partita, che finirà con un 5-2 complessivo. L’Italia approda così alle finalissime dell’ultimo giorno.

 

Il final day si apre con il match tra gli azzurri e la nazionale brasiliana. Una prima partita spettacolare, conclusa  2-2, con un duplice ribaltamento di risultato. Prima l’Italia che passa in vantaggio e si fa rimontare, poi i verde-oro che si fanno raggiungere allo scadere dagli azzurri. La seconda partita è quella decisiva, e l’Italia riesce a passare in vantaggio, controllando il risultato fino ad una maledetta imbucata a 5 dalla fine, che regala il goal del pareggio ai brasiliani. Gli azzurri crollano, soprattutto psicologicamente subendo due goal nei supplementari. Inutile il tentativo disperato di rimonta. Finisce 5-4 il computo totale dei due match con l’Italia costretta a salutare il sogno chiamato mondiale.

Brasile campione

Il Brasile sulle ali delle entusiasmo, trova la Polonia in finale, che a sua volta aveva distrutto la Svezia nella sua semifinale. Una prima gara a reti inviolate ha lasciato l’esito finale al ritorno, dove la Polonia è riuscita a passare in vantaggio all’inizio della partita. Il Brasile ancora una volta, anche in finale dopo l’1-0, riesce prima a riacciuffare il punteggio e successivamente a siglare il goal all’ultimo secondo che li incoronerà FIFAe Nations Champion 2022.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da FIFAe (@fifae)

Copenaghen, la capitale di FIFAe 2022

Si conclude così un mese straordinario per la scena competitiva di FIFA mondiale. L’anno scorso, ricordiamo che i mondiali vennero cancellati a causa dell’aggravarsi delle condizioni legate alla pandemia da COVID-19. Quest’anno per la prima volta in presenza, sono tornate tre competizioni uniche, tutte disputata nel mese di Luglio a Copenaghen, che è stata scelta come la capitale di FIFAe 2022. Umut incoronato come FIFAe World Champion 2022, i Riders trionfano come FIFAe Club World Champion e il Brasile vincitori della FIFAe Nations Cup,

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da FIFAe (@fifae)

“Le ultime tre settimane hanno mostrato i più grandi palcoscenici della community e il potenziale globale di FIFAe con un’ambientazione eccezionale e fantastiche prestazioni mostrate da tutti i partecipanti”, ha affermato Romy Gai, Chief Business Officer di FIFA. “Congratulazioni a tutti e tre i campioni per aver rivendicato i rispettivi trofei FIFAe, aver battuto i migliori del mondo all’evento globale più importante e ispirato la prossima generazione di talenti degli eSport”.

Articolo a cura di:
Francesco Basile