In concomitanza con la grande competizione calcistica, il gioco di casa Epic Games ha annunciato la propria EURO CUP, 2020 che è andata in scena il 16 e il 17 giugno. Scopriamo insieme la modalità ed il vincitore finale!

Un torneo mondiale
L’evento è stato disputato, per ovvi motivi, interamente online. Contrariamente a quanto il nome possa far intendere è stata una competizione globale, non soltanto europea. Questo perché il torneo, durato due giorni complessivi, ha coinvolto UEFA  Nord America (Est e Ovest), Brasile, Medio Oriente, Asia e Oceania ed ovviamente Europa. Il montepremi complessivo ha toccato l’incredibile somma di 50mila dollari, diviso nelle varie aree geografiche. 

Il format
Come spiegato in precedenza, il torneo si è svolto online ed in modalità open. Gli unici requisiti richiesti per la partecipazione al primo turno sono stati quello dell’età, bisognava avere almeno 13 anni,  ed infine bisognava aver abilitato l’autenticazione a due fattori sul proprio account, che doveva essere obbligatoriamente almeno di livello 30. A qualificarsi per il round 2 sono stati i primi 1.000 giocatori provenienti da Europa, NA east, Na west e Brasile e i primi 500 da Medio Oriente, Asia e Oceania, che successivamente si sono sfidati  tra di loro. Ciascun vincitore ha ottenuto una fetta di montepremi. Per quanto riguarda la sezione Europea il vincitore è stato “Grizi 4zr”, pro player per il team “griziesport”, che si è portato a casa 10mila dollari.

Serie Icon ed oggetti esclusivi
Non mancano come di consueto, le ricompense esclusive per il singolo evento. In occasione della Euro 2020 Cup, ciascun players che è riuscito a totalizzare almeno 20 punti ha ricevuto lo spray estetico nel gioco “Calcio d’inizio”, mentre chi è riuscito a totalizzarne dieci ha sbloccato l’emoticon estetica “Coppa del vincitore”. Ampliata anche la serie delle Icone. Dal 12 giugno infatti, il capitano dell’Inghilterra  Harry Kane, ed il miglior calciatore tedesco dell’anno Marco Reus, sono stati resi disponibili come costumi sportivi speciali. 

Francesco Basile