Logitech conferma per il secondo anno consecutivo l’Adaptive Esports Tournament: il torneo di Rocket League dedicato alle persone con disabilità. Una bellissima iniziativa, con un nobile scopo, quello dell’inclusione. 

Di cosa si tratta?
Lo scorso anno per la prima volta in assoluto era andato in scena il Logitech G Adaptive Esports Invitational: un evento promosso da Logitech in collaborazione con AbleGamers, un ente di beneficenza che si pone come scopo quello di rendere i videogiochi accessibili alle persone con disabilità. Nell’autunno dello scorso anno, questa iniziativa ebbe un successo ed una risonanza incredibile, soprattutto per alcune persone di spicco che decisero di sposare la causa e promuoverla attivamente. Tra questi Ryan Reynolds, famosissimo attore americano che pubblicò un video sulla sua pagina Twitter.

La riconferma
A distanza di un anno, l’evento è stato riconfermato e se possibile migliorato. Questo perchè lo scorso anno l’iniziativa era limitata solo a giocatori invitati direttamente dagli organizzatori, mentre ora il torneo sarà aperto a tutti. Da qui il piccolo cambio del nome, che passa quindi da Invitational a semplice Tournament.

I Partners
Oltre Logitech e AbleGamers, per questa splendida iniziativa hanno aderito anche diverse realtà. Tra queste Adaptive Action Sports, un’organizzazione no-profit che offre programmi di sport e formazione per persone con disabilità; Challonge che sarà la piattaforma dove sarà possibile iscriversi al torneo e Mount Sinai che è un gruppo medico con sede a New York, con programmi incentrati sullo sviluppo di famiglie bisognose e con disabilità. 

Controller personalizzati
Per un’esperienza ancor più inclusiva, Logitech G ha realizzato il kit da gioco adattivo, ovvero uno speciale controller composto da grilletti e tasti aggiuntivi completamente personalizzabile in base alle esigenze di ciascun videogiocatore.

Un passo in avanti forte e deciso verso l’inclusione, sotto tutti i punti di vista nel mondo sportivo, per tutti i numerosissimi players con disabilità che ogni giorno giocano e si divertono ai videogames. Ricordiamo, infatti, che prima dello scorso anno, non esisteva alcuna  competizione esportiva per tutti questi ragazzi. 

Un grandissimo GG dunque per Logitech e tutti coloro che hanno lavorato ed aderito a questa magnifica iniziativa.