Domenica 30 maggio si è concluso il Valorant Champions Tour Masters Two, con l’evento LAN in quel di Reykjavik. I Sentinels hanno trionfato contro i Fnatic in una finale da record con oltre un milione di spettatori collegati.

Si conclude, dunque, un torneo a dir poco eccezionale per la compagine americana che durante tutta la competizione non ha concesso nemmeno una partita agli avversari. Solo vittorie, un dominio consolidato anche in finale contro i blasonati Fnatic, che ha reso i Sentinels campioni con  l’appellativo di migliore squadra  esports di Valorant al mondo. 

La finale
Una finale combattuta, ma senza nemmeno uno spiraglio di possibilità per i Fnatic. La prima mappa è finita per 14 a 12 per i Sentinels , capitanati da un TenZ sugli scudi con ben 24 uccisioni. La seconda mappa rappresenta in pieno tutto l’andamento del torneo. I supplementari raggiunti sono la classica reazione d’orgoglio dei Fnatic, ma in questo secondo match TenZ metterà a referto addirittura 33 kills sancendo così il 2-0 finale con il medesimo punteggio di 14-12.

Record di ascolti
C’è un ulteriore importantissimo dato relativo alla finale: questa è stata la prima finale LAN internazionale del Valorant Champions Tour Masters 2, con sede a Reykjavik ed ha rappresentato un vero e proprio record di ascolti. L’evento infatti ha  raggiunto picchi di oltre 1 milione di spettatori totali combinati tra Twitch, YouTube e co-stream. Numeri che rappresentano un record assoluto per il titolo targato Riot, che dopo un inizio boom e un successivo appiattirsi di viewers(con qualche critica di troppo), è tornato in auge. Per essere stata la prima finale in LAN, il riscontro è stato ottimo e ci aspettiamo di vedere numerosi altri eventi di questo tipo nel prossimo futuro.